You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

STORYTELLING DELL’AMIANTO

un racconto multisensoriale su quattro lati

AL CENTRO, IL PUBBLICO
Al centro dell’ambiente il pubblico, seduto sugli sgabelli, si orienta verso il lato dell’aula di volta in volta attivo.

Sono i visitatori, attraverso le loro scelte, a scatenare gli effetti speciali”.


IMPARARE, FACENDO
Un complesso sistema tecnologico/informatico, attraverso una rete di sensori, trasforma in eventi sonori, luminosi e multimediali, le azioni dei visitatori sugli schermi e sulla parete attrezzata.


LA MEMORIA E IL FUTURO
Sulla parete attrezzata, raffigurante l’interno di alloggio anni ‘80, si esplorano 12 oggetti simbolo della lotta contro l’amianto, introduzione ciascuno di altrettanti capitoli tematici del prodotto multimediale.


12 OGGETTI "SMART" Un articolo di giornale, il pennello dell’ispettore del lavoro, una radiografia di un malato di mesotelioma, una vera tuta “blu Eternit”; il manifesto del primo convegno sindacale sulla salute, il libro “IL SISTEMA PERIODICO” di Primo Levi...


12 TEMI, 12 CAPITOLI Il lungo percorso della presa di coscienza dei cittadini, dal diffondersi del dato scientifico della pericolosità dell’amianto fino al processo “del secolo”. Una time-line fatta di ingranaggi interattivi, da ruotare per conoscere e scoprire la storia.


IL GIOCO DELLE LUCI Alle spalle dei visitatori, una grande stampa di 20 mq, un groviglio di linee quasi indistinguibili, svela i propri contenuti visuali a seconda della luce con la quale viene illuminata.

Luce rossa, verde, blu...


LA PHOTOGALLERY
DI DARIO CANOVA

SCOPRI

UN PROGETTO ORIGINALE

L'aula è un'idea e un progetto originale di Ecofficina, realtà torinese specializzata in interattività applicata alla multimedialità e alla divulgazione. Il cuore del sistema sono due micro controllori ARDUINO/GENUINO® e la scheda derivata BARCONDUCTIVE®

ROSSO, VERDE, BLU Il rosso delle persone comuni al centro del racconto, il blu elettrico del volto terribile della fabbrica dell’eternit, il verde speranza dei tecnici delle bonifiche. Sono i tre colori del modello additivo chiamato RGB.

I DUE VOLTI
Sui due schermi da 60”, sincronizzati e tattili, si alternano voci, testimonianze, immagini, attivate dall’interazione del pubblico, che sceglie temi e percorsi di fruizione.

IL PICCOLISSIMO
L’esperienza continua manipolando modelli di fibre naturali e artificiali, scoprendo la scatola nera della memoria, esplorando minerali e manufatti con microscopio digitale da 400X.

UNA GRAPHIC NOVEL
La quarta parete ospita grandi pannelli scenografici con le illustrazioni tratte dalla Graphic Novel “Eternit, dissolvenza in bianco”, di Gea Ferraris su una storia di Assunta Prato.

IL MOSTRO DI POLVERE
Sopra gli schermi la polvere di fibre di amianto/asbesto assume sembianze umane e mostruose attraverso l’originale interpretazione realizzata ad hoc per l’aula dell’illustratore della Disney, Paolo Mottura.

IL FOTOGRAFO
Le foto di questa sezione sono state donate da Dario Canova, casalese, fotografo professionista, protagonista, nel febbraio 2016, di un workshop sulla fotografia con gli studenti, presso l'aula.